Torna alla pagina principale Ricerca_MappaContattateciRingraziamenti
VinoGastronomiaEventiProduttori
 Schede
 Mappa
 Vitigni
 Storia
 In cantina
 Enoteche Regionali
 Botteghe del vino
 Associazioni
 Produttori
Vitigni
Arneis
Barbera
Dolcetto
Favorita
Freisa
Moscato
Nebbiolo
 

Rare sono le sue notizie storiche: nel XII sec. viene citato in un documento dell'archivio di Nizza Monferrato, il conte Nuvolone scrive del vitigno "Barbera" nel 1799. La sua origine ancora incerta potrebbe risalire a germinazioni spontanee nel Monferrato da semi di vitigni pi antichi poi tramandati per le loro ottime caratteristiche; per questo gli ampelografi lo definiscono "vitis vinifera Montisferratensis". Molto diffuso per la resistenza alle crittogame, per la buona vigoria e per la produzione costante e abbondante, la sua introduzione tutto sommato recente: in Piemonte stato comunemente impiegato per la ricostruzione dei vigneti dopo la distruzione fillosserica dei primi decenni del '900; attualmente coltivato in ben trentadue province italiane e diffuso in tutta Europa e oltre oceano. Il Barbera molto sensibile alle componenti pedologiche e climatiche assumendo forme differenti in quanto a caratteristiche qualitative ed a volume del frutto. La sua foglia pentalobata di grandezza media, il grappolo piramidale o cilindrico, pi o meno compatto a seconda delle condizioni colturali e ambientali, l'acino ovale e allungato, piuttosto grosso, di colore blu intenso e pruinoso. Matura tra fine settembre e inizio ottobre. Adattandosi facilmente a diversi tipi di terreno stato in passato coltivato anche in zone non idonee per la vite in generale giungendo cos a forzature ambientali con un decadimento qualitativo, mentre la maggiore attenzione prestata attualmente alla qualit del vino prodotto, sull'onda di un rilancio a livello internazionale, assicura al Barbera un futuro di meritato prestigio. A seconda del terreno, della zona e della metodologia di vinificazione si ottiene un prodotto da consumare giovane oppure da destinare all'invecchiamento.

Vini D.O.C

rossi:

Barbera d'Alba
Barbera d'Alba superiore
Barbera d'Asti
Barbera d'Asti superiore
Barbera del Monferrato

Barbera del Monferrato superiore
Canavese Barbera

Collina Torinese rosso
Collina Torinese Barbera

Colline Novaresi Barbera
Colli Tortonesi Barbera
Colli Tortonesi Barbera superiore
Gabiano
Gabiano riserva
Piemonte Barbera
Pinerolese Barbera
Rubino di Cantavenna

novelli:

Piemonte Barbera Novello
Colline Novaresi Barbera Novello

Vini in cui facoltativo

rossi:

Albugnano
Albugnano superiore 
Canavese rosso 
Colline Saluzzesi
Coste della Sesia rosso 
Pinerolese rosso
Ruch di Castagnole Monferrato 
Valsusa

spumanti:

Malvasia di Casorzo d'Asti spumante

novelli:

Canavese rosso Novello
Coste della Sesia rosso Novello 
Monferrato Chiaretto o Ciaret Novello 
Valsusa Novello

rosati:

Albugnano rosato
Canavese rosato
Coste della Sesia rosato
Malvasia di Casorzo d'Asti rosato
Monferrato Chiaretto o Ciaret
Pinerolese rosato

aromatici:

Malvasia di Casorzo d'Asti 
Malvasia di Casorzo d'Asti passito

Botteghe del Vino |  Vino
Dialetto |  Eventi

Enoteche Regionali  |  Associazioni
Gastronomia |  Produttori